• images/imgslide/3.jpg
  • images/imgslide/5.jpg
  • images/imgslide/6.jpg
  • images/imgslide/7.jpg
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
NELL’OLIMPO DELLA REGOLARITA’ LA SICILIA SI RICOPRE DI ALLORO. Stampa E-mail Visite: 2434

21557652_10156847013386164_1742808389312847805_n.jpg Domenica primo ottobre 2017, è andata in scena la VII ed ultima prova del Campionato Italiano Regolarità GR5 2017, nella Val Trebbia a pochi chilometri da Bobbio (PC), in passato teatro di prove nazionali e mondiali, e precisamente nella Località di Perino.

 

A questa ultima e decisiva prova, erano presenti tutti i piloti, in lotta per il campionato italiano,  sia nelle varie categorie che per l’aggiudicazione del Campionato a squadre, la bellissima prova organizzata dal Moto club Piacenza, si svolgeva sulle colline antistanti il ridente paesino di Perino, con un percorso di oltre 50 km. da ripetersi tre volte, inframmezzato da due controlli orari, il primo, risultato poi abbastanza tirato, dove erano poste le due prove speciali, la prima denominata cross test, sita a pochi km. dalla partenza, che si sviluppava su una ampia collina con parecchi saliscendi e curve in contropendenza, mentre la seconda discriminante, denominata enduro test, si sviluppava dopo il secondo controllo su di una salita acciottolata, costellata di pietre fisse che, all’ultimo giro, a causa di una leggera pioggia diventavano viscidissime e che mettevano in risalto la tecnica di guida di tutti i piloti e la resistenza dei mezzi meccanici.

 

Al termine della gara, tutti i piloti si sono ritrovati nell’auditorium messo a disposizione dalle Autorità locali di Perino, per le premiazioni di questa ultima gara ma anche per le premiazioni finali del Campionato Italiano 2017.

 

All’interno della premiazione, un momento toccante è stato la premiazione dei gentleman driver, dove sono saliti sul palco tre piloti  portatori con la loro presenza  di fondamentali valori quali l’amicizia, la perseveranza e la passione per questo nostro amato sport.

 

Il Comitato Moto D’Epoca, ha voluto premiare per quest’anno i piloti Roberto Dagradi, Donato Lanati e Roberto Serra.

 

Annata 2017 da incorniciare per tutto il circus siciliano d’epoca, infatti, la squadra del Moto Club Regolarità 70, capitanata dagli inossidabili Filippo Piazza, quale Presidente, e Giuseppe Di Pace, quale Direttore Sportivo, dopo essere stata in testa per la maggior parte del campionato, è stata battuta sul filo di lana dalla squadra bergamasca della Norelli, che ha fatto il possibile e l’impossibile per aggiudicarsi questo titolo.

 

Andando alle classifiche individuali, stupefacente campionato quello portato a termine dal grande Giuseppe “Pippo” Vernagallo, Campione Italiano nella Classe D4 175cc su una splendida Puch Frigerio messa a sua disposizione da Giuseppe Di Pace,  a punteggio pieno e vincitore di tutte le tappe svoltesi.

 

Stesso dicasi per il suo compagno di colori, Paolo Caruso, Campione Italiano nella Classe T80 RS in sella ad un TM.

 

Continuando, bellissima prestazione di un altro siciliano doc, ma facente parte della bergamasca scuderia Norelli, il grande Ricky Terranova, Campione Italiano nella Classe X1 su una bellissima Cagiva.

 

Mentre, nella combattutissima Classe D1 50cc, terzo gradino del podio per “l’Avvocato Volante” Puccio Gurrieri su Fantic Motor, allestito e preparato dall’amico Alessio Andreucci, con il rammarico di una gara in meno rispetto ai suoi avversari ed il salto della catena nella prova di Rodengo Saiano che ha compromesso il risultato finale.

 

Risultati di tutto rispetto per altri blasonati siciliani:

Gianluca Grilletto nella Classe D2 80 cc su AIM, 5° classificato;

il Dottorissimo Marco Pagnano nella Classe D4 175cc su Kramer, 4° classificato;

ed inoltre, nella combattutissima Classe D6 oltre 250cc, 5° piazza per il siciliano-svizzero Maria Sicari su SWM.

 

Ed infine, nel Campionato Italiano Trofeo Testori, i temibilissimi ragazzini siciliani, hanno fatto l’en plein di trofei, nella Classe E1 50cc, vittoria del palermitano Arturo Cataldo, mentre terzo gradino del podio per il fratello gemello Alessandro Cataldo, che con i loro risultati hanno riempito di gioia il papà Piero anche lui pilota doc.

 

Mentre nella Classe E2 125cc, vittoria indiscussa di un altro palermitano doc, figlio d’arte, Giuseppe “Peppe” Vitale, che ha anch’esso di gioia il papà Carlo, anch’egli onnipresente in tutte le tappe di campionato.

 

Bravi, bravi, veramente bravi, sono state le parole pronunciate alla fine della gara dal Presidente del CO.RE. Sicilia, Nunzio Pizzo, raggiunto telefonicamente da tutti i piloti siculi e con l’augurio, non solo di replicare ma anche di ambire a mete più importanti, incorniciamo questo fantasmagorico 2017 augurando a tutti i piloti siciliani di replicare e di migliorarsi, nel 2018.

22196082_10156927511926164_9061283720281988961_n.jpg

22046627_10156927511656164_5111874952428116616_n.jpg

22141065_10156927512156164_6687971818549723737_n.jpg

22424327_1471316026298746_963285979604851256_o.jpg

22089986_1462736193823396_1052644712378343998_n.jpg

 

21686009_10156847013586164_9070736380813839599_n.jpg

21433106_10156847013636164_328851827039941541_n.jpg

21430169_10156842546971164_6122134595190313774_n.jpg

22291546_10203662969370416_6580136261855360844_o.jpg

22289645_10203662903088759_2609179883930268522_o.jpg

22289604_10203662895848578_231393493565899080_o.jpg

22218562_10203652091378473_6786674509561892701_o.jpg

21433252_10155632379133665_399024892791607270_n.jpg

22256875_10203662956970106_6831280954444428338_o.jpg

21433278_10155630027238665_4165465127681757710_n.jpg

22140927_1361423500652509_8876218707789371791_n.jpg

 22049798_1647114748661717_6932708797800137936_n.jpg

17191360_1693763300639309_3543350775444425840_n.jpg

13775405_897569717037892_3178029640044516441_n.jpg

 17309690_1141106266017568_4191502978591500965_n.jpg

Testo di Puccio Gurrieri

Foto concesse da Claudio Guido Campari e Giuseppe Di Pace.