• images/imgslide/3.jpg
  • images/imgslide/5.jpg
  • images/imgslide/6.jpg
  • images/imgslide/7.jpg
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
IV PROVA TROFEO SICILIA ENDURO UISP NICOSIA 11-12 MAGGIO 2013 Stampa E-mail Visite: 2167

 

QUEL DEMONE DI UN ………… VALDEMONE ENDURO TEAM

Bravi ma veramente bravi tutti i ragazzi dello staff del Valdemone Enduro Team, capitanati dagli infaticabili Giovanni Puglisi e Alessandro Pagliaro, i quali non si sono risparmiati in nulla mettendo su questa IV prova del trofeo Sicilia Enduro Uisp che non ha avuto nulla da invidiare sia per il percorso che per le due prove discriminanti, ps linea e ps fettucciata, a prove di categorie nazionali.

Infatti, già dalla dislocazione dei paddock situati nel pieno centro di Nicosia e tra l’altro in un posto a me familiare, di fronte l’omonimo Tribunale, si intuiva che nulla era lasciato al caso, sposando la filosofia della Uisp Sicilia e del suo infaticabile coordinatore Nunzio Pizzo, di portare l’Enduro in mezzo alla gente.

Come già detto prima, vi starete chiedendo il perché del “DEMONE”……………, appunto perché i ragazzi del Valdemone Team hanno predisposto un percorso tosto, ma veramente tosto, dove non c’era nulla di impossibile ma le varie tipologie di terreno, mulattiere in salita, in discesa, in pianura, in mezzo ai meravigliosi monti che circondano Nicosia, hanno messo a dura prova piloti e moto, forse, un paio di minuti in più al c.o. avrebbero dato modo ai meno allenati di rifiatare.

Bellissime e tecnicissime le due prove speciali disegnate con sapiente maestria sia dai ragazzi di Nicosia che dall’esperientissimo Direttore di Gara Carmelo Nicita, anche per il fatto che erano vicinissime al paese, dando modo così a centinaia di appassionati di assistere a tutte le prove.

La prova speciale in linea presentava parecchi punti insidiosi con curve in contropendenza da mozzafiato, un bellissimo passaggio all’interno di un boschetto ed un paio di discese che a detta di Carmelo Nicita non erano da “piloti smanettoni” ma da piloti puliti nella guida, anzi una guida quasi “chirurgica”.

Al contrario, nella ps fettucciata, i piloti smanettoni potevano dar sfogo all’irruenza dei cavalli delle proprie moto, anche se, e Davide Cutuli ne sa qualcosa, la pulizia nella guida paga sempre.

Venendo alla cronaca della gara, più di 130 sono stati i piloti punzonati e verificati, compresi quelli della categoria avviamento all’enduro e mini enduro, a svettare su tutti questa volta è stato il giovanissimo Antonino Arcuri del Team Leonardi e del Sicilia Racing di Marco D’Arpa, che ha riempito di gioia con questo assoluto, il papà Salvatore, anche lui bravissimo pilota degli anni 70-80, a seguire, il fortissimo pilota acese Davide Cutuli, sempre del Team Leonardi mentre al terzo gradino del podio un’altra giovanissima promessa dell’enduro siciliano, Ivan Coniglio, anch’egli appartenente al Team Leonardi a seguire, ma ben distanziati, i ragusani Damiano Civello del Ragusa Off Road ed Eugenio Magro, anche quest’ultimo del Team Leonardi, il cui manager Turi ha presentato e portato a podio ben 42 piloti del team……. , compreso il sottoscritto vecchietto.

A coronazione di questa magnifica giornata, la bellissima e ricchissima premiazione, infatti, sono stati premiati tutti i primi cinque classificati delle varie categorie, anche questa, filosofia azzeccatissima portata avanti dalla Uisp Motociclismo Sicilia, ed infine, il saluto del Coordinatore Regionale della Uisp Sicilia, Nunzio Pizzo, che ha avuto parole di elogio per i sacrifici e gli sforzi messi in campo dai ragazzi dello staff del Valdemone Enduro Team ed  ha dato a tutti un arrivederci alla prossima gara in quel dì Santa Camerina Villarmosa per la V Prova organizzata dal ADS Moto Club I Lumaconi.

 

Testo di Puccio Gurrieri L’Avvocatovolante

Foto UISP Motociclismo Sicilia – Nunzio Pizzo