• images/imgslide/3.jpg
  • images/imgslide/5.jpg
  • images/imgslide/6.jpg
  • images/imgslide/7.jpg
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
90° CIRCUITO DEI COLLI GORIZIANI - 2 PROVA CAMPIONATO ITALIANO REGOLARITA’ GR5 - M.C. PINO MEDEOT Stampa E-mail Visite: 2044

105vwg.jpg

 

“Un tuffo nella Storia”

 

Dopo tantissimi anni di regolarità oggi chiamata Enduro, ritrovarsi nella e con la storia del fuoristradismo italiano è una sensazione indescrivibile, certamente chi non ha vissuto la fine degli anni 70 e la prima metà degli anni 80, non può comprendere questa enorme emozione.
Infatti, trovarsi a stretto contatto con le moto ed i piloti che hanno la storia del motociclismo in fuoristrada, non è cosa da poco, e per di più ritrovarsi a percorrere ed a commentare le prove speciali con piloti del calibro di Alessandro Gritti, Pietro Caccia, Gagni e tantissimi altri, non ha prezzo.


L’avventura per questa seconda prova del Campionato Italiano di Regolarità in quel di Gorizia inizia per me ed il mio compagno di avventura, il dottorissimo Marco Pagnano,  alla sei del mattino di giorno 27 aprile, quando, passa a prendermi per andare in aeroporto dove ci aspetta il volo Catania-Venezia che ci proietterà in poco più di un’ora e mezza dall’altro lato dell’Italia, qui giunti alle dieci, macchina a nolo con direzione Gorizia, 125 km circa, ed alle 11.30 già ci troviamo nei paddock.
L’atmosfera che si respira ha già qualcosa di “vintage“, moto e piloti di altri tempi, sembra quasi di tornare ad una prova di campionato italiano dei miei 18/19 anni, qui troviamo subito il nostro paddock allestito a dovere dal mitico e grande Riccardo Terranova, sempre accompagnato dalla sua splendida compagna Trude, ed a proposito di Riccardo, sia io che Marco, attraverso queste righe, non troviamo parole per ringraziarlo, organizzatore perfetto di questa trasferta, ….…. che dire ……… moto portate in furgone a Gorizia, iscrizione effettuata, albergo prenotato, che cosa si può volere di  più !!!, grazie Riccardo, senza la tua grandissima passione ed impegno saremmo persi.
Riccardo ci indica immediatamente la strada per andare a vedere le prove speciali e dato che il cielo è di un plumbeo che fa terrore io e Marco di avviamo per farci questa lunga camminata tra i boschi goriziani.
La prima ad essere vista è la prova speciale in linea, bella e tecnica, qui incontriamo altra gente e commentiamo le traiettorie, a proposito uno di questi, è l’avversario principale del Pagnano, che a stento ci calcola ……. ma poi a fine gara se ne pentirà amaramente. Ben massacrato da Marco.
Finita la linea ci attende il fettucciato e qui la cosa si fa veramente emozionante, lo percorriamo quasi tutto con due miti della regolarità italiana, Alessandro Gritti e Pietro Caccia, inutile raccontare la miriade di aneddoti che i due bergamaschi ci hanno sciorinato, poi, il tempo di arrivare alla macchina e si aprono i cieli………… “comu po ghiessiri ca ca chiovi sempri”.
Ritornati al paddock ci avviamo alle verifiche tecniche per punzonare le nostre vecchie signore, e qui è veramente un gran spettacolo, moto bellissime di tutte le specie e di tutte le categorie, sarebbe impossibile descriverle ma le potete ammirare nella rassegna fotografica.
Finite le operazioni preliminari, alcuni indigeni locali, ci dicono e ci consigliano che per fare rifornimento si può andare nella vicina Slovenia, solamente dieci km, e qui udite, udite, udite, abbiamo fatto benzina super plus, cioè la cento ottani ad €. 1.30 a litro, pazzesco ……… poi, tutti a cena con gli altri amici palermitani, Ninni Marchese, con i due suoi fortissimi figli Salvatore e Francesco, i fratelli Magliocco Marco ed Umberto, Giorgio e papà Riccobono, Luigi Colajanni e Giuseppe D’Arpa, ed infine tutti a nanna………… mentre fuori piove, piove, piove.
Ore 7.00 sveglia generale per andare subito alla partenza, fare immediatamente benzina nelle moto, metterle al parco chiuso ed aspettare il proprio orario di partenza, a proposito……è uscito il sole e che sole…….lo abbiamo portato noi dalla Sicilia.
Io e la mia piccolina si parte alle 9.47 mentre Marco alle 9.58, tra di noi ci facciamo i classici in bocca a lupo con la relativa risposta speriamo che crepi, che per me è risultata vana, non è “crepato”, infatti, dopo la prima prova speciale in linea ed aver quasi completato il primo giro, attraverso questi splendidi colli goriziani, per la seconda volta consecutiva la frizione mi ha tradito e mi ha costretto al ritiro, ed a proposito per rientrare in fuoristrada sono stato costretto a sconfinare in Slovenia attraverso ormai abbandonati posti di frontiera attraversando posti incredibilmente belli per cui la rabbia per così dire si è un po’ affievolita, al contrario per il Dottore Pagnano, il lupo è veramente crepato e come se è crepato, li ha massacrati tutti, piazzandosi al primo posto della categoria 175 con la sua fida e splendida SWM. Grande Marco, che saldamente tiene il comando della categoria 175 con un secondo e primo posto.
Bravissimi anche i ragazzini terribili del Motoclub Palermo e del Motoclub Morreale con Giorgio Riccobono primo assoluto e primo di categoria, mentre, Salvatore Marchese terzo assoluto, ed infine solamente 27° l’altro Marchese Francesco. Bene anche Marco ed Umberto Magliocco nonché Giuseppe D’Arpa e Luigi Colajanni .Purtroppo altro compagno di sventura e di categoria, Richy Terranova, anche lui costretto al ritiro al secondo giro per noie al motore ed anche per lui il lupo non crepò.
Alle ore 15.00 circa finisce la gara in fuoristrada e per me e Marco comincia un’altra gara, spogliarsi, lavarsi, preparare tutti i bagagli e farsi i 125 km per l’aeroporto di Venezia con l’incubo fila autostradale per il rientro del weekend………. ma tutto è andato liscio, stanchi ma contenti e soddisfatti per questa infinita gara nella gara, d’altronde, nonostante l’età, siamo degli inguaribili Peter Pan.

 

Testo e foto di Puccio Gurrieri
L’Avvocatovolante

 

085wu.jpg

 

104ebz.jpg

 

095ui.jpg

 

097zy.jpg

 

082kv.jpg

 

114rb.jpg

 

087xq.jpg

 

089kg.jpg

 

 

083hm.jpg

 

073rt.jpg

 

075bb.jpg

 

077wr.jpg

 

080dx.jpg

 

100jpx.jpg

 

093sk.jpg

 

102xfd.jpg

 

111ojw.jpg

 

110qn.jpg

 

107cr.jpg

 

105vwg.jpg